Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Comunità di Valle

 
 
 
 
 
 
 Home  Comunità di Valle
Primo Piano: ELEZIONI 2015
Notizie
  • 12/09/2016
    I dati aperti saranno la nuova ricchezza delle città e dei territori del futuro
    La Provincia autonoma di Trento e il Consorzio dei Comuni trentini continueranno a lavorare insieme per garantire il contributo del sistema pubblico trentino - anche attraverso la piattaforma dati.trentino.it - allo sviluppo di smart territory e di nuovi modelli economici ?data driven?. La conferma è arrivata oggi n occasione dell?evento ?Trento Smart City? in corso in questi giorni in piazza Duomo a Trento. Nel pomeriggio si è tenuta la tavola rotonda dal titolo ?Come favorire la crescita economica aprendo il patrimonio informativo pubblico?. L'incontro ha offerto l'occasione di annunciare la pubblicazione sul portale europeo dei dati (www.europeandataportal.eu) di oltre 5.100 data set del nostro territorio: un risultato reso possibile grazie anche alla sinergia e alla collaborazione del progetto Open data in Trentino con il nodo nazionale e con il nodo europeo degli open data. Il contributo degli enti territoriali trentini è ad oggi uno dei più importanti a livello nazionale e, in parte, europeo. Degli oltre 5 mila dati pubblicati ben 3 mila sono stati prodotti e resi disponibili dal sistema degli enti locali del Trentino. Si tratta di un patrimonio significativo di informazioni e di dati di qualità del sistema pubblico trentino allineato agli standard tecnici europei e reso ora disponibile in Europa, con tutti i dati del territorio già tradotti nelle lingue dei paesi membri. Un esempio concreto di cosa significhi oggi parlare di ?Mercato Unico Digitale Europeo?.
     
  • 10/09/2016
    Gilmozzi: "Lavoriamo per una mobilità sostenibile sui Passi Dolomitici"
    Preservare al meglio un patrimonio dell'umanità quali sono le Dolomiti significa agire non soltanto a livello normativo ma anche sugli stessi stili di vita di chi queste montagne le frequenta, sia perché le abita, oppure perché le visita in qualità di turista. Parte da questa considerazione l'assessore provinciale all'Ambiente e ai Lavori Pubblici Mauro Gilmozzi intervenuto questa mattina a passo Sella in un incontro dedicato proprio ai flussi di traffico attraverso i valichi alpini. "Oggi abbiamo fissato alcuni paletti per meglio definire il percorso che già da qualche tempo è stato avviato - ha aggiunto Mauro Gilmozzi - A cominciare dalla necessità di fare rete, perché il futuro delle Dolomiti deve essere deciso insieme evitando quindi che la Provincia piuttosto che ogni singolo Comune vadano ciascuno per conto proprio. Dobbiamo quindi metterci in rete e questo è stato possibile grazie al lavoro fatto attraverso la fondazione Dolomiti Unesco con i Comuni e con gli operatori":
     
  • 03/09/2016
    La Val di Sole amica della famiglia. Rossi: "Potete fare scuola al resto del Trentino"
    Alla presenza del Governatore del Trentino Ugo Rossi, nella sala assemblee della Comunità della Valle di Sole a Malè, ieri sera, è stato restituito il progetto finanziato dai Piani giovani di zona, Alta e Bassa valle, "Ambiente e territorio: opportunità a due passi da casa". L'allegra e spontanea partecipazione di tanti giovanissimi e delle loro famiglie è stata un'occasione per riconoscere quanto di positivo è possibile realizzare in questo ambito, facendo leva sulle risorse disponibili del luogo in cui si vive. Rossi ha auspicato che l'iniziativa, "istruttiva e meritevole e capace di favorire la competitività del territorio", possa essere estesa anche ad altre valli del Trentino. "Avete fatto scuola" ha detto ai ragazzi e agli organizzatori, sottolineando che tali progetti rappresentano un fattore di sviluppo e benessere per tutta la comunità. Nella stessa serata il Distretto Famiglia Val di Sole ha accolto 19 nuovi partner, che hanno sottoscritto l'accordo volontario di area, portando così la Val di Sole a detenere il primato, nel territorio provinciale, del maggior numero di comuni e enti pubblici e privati aderenti alla rete di un Distretto Famiglia. Lo ha fatto presente il dirigente dell'Agenzia provinciale per la famiglia, natalità e politiche giovanili Luciano Malfer, illustrando i risultati dell'impegno trentino verso le politiche familiari.
     
  • 22/07/2016
    Fondo strategico territoriale: 115 milioni di euro per la crescita del territorio
    Il Trentino crede nello sviluppo del territorio e nella capacità delle comunità locali di concorrere alla crescita dell?intera provincia. Forte di questa convinzione, la giunta provinciale ha approvato oggi - su proposta dell?assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia pubblica, Carlo Daldoss - la delibera che assegna le quote di investimenti pubblici del Fondo strategico territoriale. Si tratta di circa 115 milioni di euro, che saranno ripartiti tra le 16 Comunità di Valle (oltre 65 milioni) e i Comuni trentini (circa 50 milioni). ?Gli investimenti - come spiega l?assessore Carlo Daldoss - serviranno ai Comuni per finanziare opere di primario interesse, quali fognature, strade ed acquedotti, e, in sinergia tra gli stessi Comuni e le Comunità, per realizzare progetti strategici che siano collegati al sostegno e allo sviluppo dei territori. Si tratta di un primo, importante passo per aprire una nuova stagione di collaborazione tra amministrazioni nell?interesse e con una visione d?insieme?. La ripartizione delle quote a favore dei enti locali è riassunta nella tabella allegata.
     
  • 08/07/2016
    Zeni: per i defibrillatori la Val di Non potrà essere un faro per il Trentino
    Nell'affollata sala Borghesi Bertolla, a piano terra dell'edificio che ospita la biblioteca comunale di Cles, si è svolta ieri sera la cerimonia di consegna di 20 defibrillatori ad altrettante associazioni sportive della Val di Non e degli attestati di partecipazione al corso di formazione per l'utilizzo dei salvavita a 135 volontari. Presente l'assessore provinciale alla salute e politiche sociali Luca Zeni, il presidente della Comunità della Val di Non Silvano Dominici, l'assessore alle politiche sociali della Comunità Carmen Noldin, il sindaco di Cles Ruggero Mucchi e numerosi altri sindaci e rappresentanti dell'associazionismo sportivo locale. L'assessore Zeni ha sottolineato l'importanza della diffusione sul territorio dei defibrillatori, che all'estero è maggiore rispetto all'Italia e l'altissima qualità del sistema di emergenza trentino. ?Il volontariato è il cuore della comunità? ha detto l'assessore Zeni, ?e la Val di Non ha in questo progetto un motivo di orgoglio, che può farla diventare il faro per iniziative analoghe nel resto del Trentino?.
     
 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy