Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Comunità di Valle

 
 
 
 
 
 
Notizie
  • 19/10/2018
    Spazio Argento: approvate le linee di indirizzo
    Dopo un lungo e partecipato confronto prende sempre più corpo la riforma del welfare anziani che punta ad offrire alle famiglie un front office unico per tutte le esigenze degli anziani, Spazio Argento, integrando maggiormente i servizi socio-sanitari. La giunta provinciale ha approvato oggi, su proposta dell?assessore alla salute, politiche sociali e sport, le linee di indirizzo per la sua costituzione. Dopo la preadozione del 14 settembre 2018 la delibera è stata esaminata dal Consiglio delle Autonomie Locali e dalla Quarta commissione del Consiglio provinciale; oggi la Giunta l?ha approvata in via definitiva dopo aver recepito alcune osservazioni in sede di confronto. La delibera indica anche i criteri e le modalità per l?assegnazione di incentivi alle Comunità che si associano per la gestione condivisa di Spazio Argento. Le Comunità di Valle devono attivare Spazio Argento entro il 2019.
     
  • 12/10/2018
    Andalo, il centro del paese sarà isola pedonale
    Il centro di Andalo sarà trasformato in un?isola pedonale, dove cittadini e turisti potranno passeggiare liberi dal traffico delle macchine. La giunta provinciale ha deciso stamattina il finanziamento dei lavori con un contribuito di 570 mila euro. La zona pedonale è la prima parte di un progetto più ampio di variante - costo stimato 3,64 milioni di euro - che toglierà dalla stazione turistica la pressione del traffico veicolare diretto a Molveno e alla valle di Non (Statale 421) e quello diretto a Fai della Paganella (Provinciale 42).
     
  • 21/09/2018
    Il Fondo del paesaggio finanzia con 257 mila euro altri cinque nuovi interventi
    La giunta provinciale ha integrato con 257 mila euro il Fondo per la riqualificazione degli insediamenti storici e del paesaggio, che finanzia interventi di conservazione, sistemazione o ripristino del paesaggio rurale e montano. Le nuove risorse consentiranno di realizzare nel 2018, ulteriori 5 nuovi interventi in altrettanti Comuni del Trentino: Trambileno, Mezzana, Mezzano, Telve e Baselga di Pinè. La delibera di integrazione del fondo è stata presentata dall?assessore provinciale alle infrastrutture, all?ambiente e all'urbanistica, ed è stata approvata all?unanimità.
     
  • 20/09/2018
    "Impronte nel parco": concluso il primo studio pilota
    Concluso il primo studio pilota con un gruppo di anziani nel Parco di Paneveggio - Pale di San Martino, in Trentino: nel parco di villa Welsperg, nella valle di Primiero, in Trentino, si è tenuta l'ultima tappa di una particolare caccia al tesoro che ha coinvolto un gruppo di dieci anziani - da maggio a settembre 2018 - dotati di braccialetti contapassi al polso, cellulare alla mano e scarpe da ginnastica ai piedi. Le due squadre si sono sfidate a colpi di passi, indovinelli e quiz in un percorso di 13 tappe immerse nel meraviglioso parco delle Dolomiti trentine.
     
  • 21/08/2018
    TransLagorai: si parte
    Dare nuova vita e valorizzare il percorso "TransLagorai". Questo l'obiettivo dell'Accordo di programma firmato oggi a Cavalese dall'assessore all'ambiente Mauro Gilmozzi e da tutti gli altri partner territoriali del progetto L'obiettivo è valorizare l'itinerario che attraversa tutta la catena del Lagorai, dalla Panarotta al Passo Rolle per un totale di circa 85 chilometri. Gli interventi che si intendono realizzare riguardano la ristrutturazione di alcune strutture esistenti - malga Val Maggiore, malga Lagorai, malga Cadinello, malga Miesnotta, malga Conseria, malga Valsolero ed il rifugio Monte Cauriol -, la sistemazione della sentieristica, la verifica del funzionamento del sistema delle telecomunicazioni e la realizzazione di idonee campagne di comunicazione per far conoscere l'itinerario. L'Accordo di programma è sottoscritto tra la Provincia autonoma di Trento, la Magnifica Comunità di Fiemme, i comuni di Scurelle, Canal San Bovo, Ziano di Fiemme, Telve e il Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino. L'investimento complessivo è di 3 milioni di euro distribuiti su 3 anni, con un finanziamento provinciale di 2.381.440 euro. "E' un progetto di comunita' - ha detto Gilmozzi - che mette assieme tutti i soggetti che gestiscono questo grande patrimonio ambientale e paesaggistico, un progetto all'insegna dello sviluppo sostenibile, che fa leva sull'amore per il trekking e le alte vie, diffuso ormai ad ogni latitudine, coniugando agricoltura, turismo, memorie storiche. Al centro la catena del Lagorai, di cui abbiamo chiesto anche il.riconoscimento Unesco come patrimonio dell'umanità, in modo particolare per la sua valenza geologica, originatasi con le grandi eruzioni vulcaniche di 100 milioni di anni fa, che hanno generato la piastra porfirica su cui poggiano queste montagne ma anche le Dolomiti. Un grazie anche alla Sat, a cui spetta la cura di tutta la parte sentieristica".
     
  • 21/08/2018
    TransLagorai: si parte
    Dare nuova vita e valorizzare il percorso "TransLagorai". Questo l'obiettivo dell'Accordo di programma firmato oggi a Cavalese dall'assessore all'ambiente Mauro Gilmozzi e da tutti gli altri partner territoriali del progetto L'obiettivo è valorizare l'itinerario che attraversa tutta la catena del Lagorai, dalla Panarotta al Passo Rolle per un totale di circa 85 chilometri. Gli interventi che si intendono realizzare riguardano la ristrutturazione di alcune strutture esistenti - malga Val Maggiore, malga Lagorai, malga Cadinello, malga Miesnotta, malga Conseria, malga Valsolero ed il rifugio Monte Cauriol -, la sistemazione della sentieristica, la verifica del funzionamento del sistema delle telecomunicazioni e la realizzazione di idonee campagne di comunicazione per far conoscere l'itinerario. L'Accordo di programma è sottoscritto tra la Provincia autonoma di Trento, la Magnifica Comunità di Fiemme, i comuni di Scurelle, Canal San Bovo, Ziano di Fiemme, Telve e il Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino. L'investimento complessivo è di 3 milioni di euro distribuiti su 3 anni, con un finanziamento provinciale di 2.381.440 euro. "E' un progetto di comunita' - ha detto Gilmozzi - che mette assieme tutti i soggetti che gestiscono questo grande patrimonio ambientale e paesaggistico, un progetto all'insegna dello sviluppo sostenibile, che fa leva sull'amore per il trekking e le alte vie, diffuso ormai ad ogni latitudine, coniugando agricoltura, turismo, memorie storiche. Al centro la catena del Lagorai, di cui abbiamo chiesto anche il.riconoscimento Unesco come patrimonio dell'umanità, in modo particolare per la sua valenza geologica, originatasi con le grandi eruzioni vulcaniche di 100 milioni di anni fa, che hanno generato la piastra porfirica su cui poggiano queste montagne ma anche le Dolomiti. Un grazie anche alla Sat, a cui spetta la cura di tutta la parte sentieristica".
     
  • 20/08/2018
    TransLagorai: domani a Cavalese la firma dell'accordo
    Si terrà domani - martedì 21 agosto, ad ore 11.00, presso la sede della Magnifica Comunità di Fiemme, a Cavalese - la firma dell'Accordo TransLagorai. Obiettivo dell'accordo, dare nuova vita e valorizzare il percorso "TransLagorai", 'itinerario che attraversa tutta la catena del Lagorai, dalla Panarotta al Passo Rolle per un totale di circa 85 chilometri. Alla firma la Provincia autonoma di Trento, con l'assessore alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi, la Magnifica Comunità di Fiemme, i comuni di Scurelle, Canal San Bovo, Ziano di Fiemme, Telve e il Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino. La SAT, il Comune di Catello - Molina di Fiemme, la Comunità territoriale della Val di Fiemme, di Valusugana e Tesino, Primiero, le Aziende per il turismo Valsugana, della Valle di Fiemme e San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi aderiranno in qualità di sostenitori del progetto, entrando a far parte della cabina di regia.
     
  • 20/08/2018
    TransLagorai: domani a Cavalese la firma dell'accordo
    Si terrà domani - martedì 21 agosto, ad ore 11.00, presso la sede della Magnifica Comunità di Fiemme, a Cavalese - la firma dell'Accordo TransLagorai. Obiettivo dell'accordo, dare nuova vita e valorizzare il percorso "TransLagorai", 'itinerario che attraversa tutta la catena del Lagorai, dalla Panarotta al Passo Rolle per un totale di circa 85 chilometri. Alla firma la Provincia autonoma di Trento, con l'assessore alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi, la Magnifica Comunità di Fiemme, i comuni di Scurelle, Canal San Bovo, Ziano di Fiemme, Telve e il Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino. La SAT, il Comune di Catello - Molina di Fiemme, la Comunità territoriale della Val di Fiemme, di Valusugana e Tesino, Primiero, le Aziende per il turismo Valsugana, della Valle di Fiemme e San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi aderiranno in qualità di sostenitori del progetto, entrando a far parte della cabina di regia.
     
  • 10/08/2018
    Comuni: in arrivo quasi 2 milioni di euro per le opere pubbliche
    È pari a 1.899.172,57 euro, il finanziamento deciso stamani dalla Giunta provinciale su proposta dell?assessore provinciale alla coesione territoriali ed enti locali Carlo Daldoss, a favore di 7 Comuni trentini tramite il Fondo di riserva, destinato ad interventi di carattere urgente legati all'erogazione di servizi essenziali. L'importo servirà per finanziare, con percentuali che variano dall'85 al 90% dell?importo a progetto, interventi riguardanti strade comunali, cimiteri, opere igienico-sanitarie, messa a norma di strutture. Questi i Comuni interessati: Canazei-Cianacei, Fondo, Grigno, Ospedaletto, Romeno, Tre Ville e Vignola Falesina.
     
  • 10/08/2018
    Comuni: in arrivo quasi 2 milioni di euro per le opere pubbliche
    È pari a 1.899.172,57 euro, il finanziamento deciso stamani dalla Giunta provinciale su proposta dell?assessore provinciale alla coesione territoriali ed enti locali Carlo Daldoss, a favore di 7 Comuni trentini tramite il Fondo di riserva, destinato ad interventi di carattere urgente legati all'erogazione di servizi essenziali. L'importo servirà per finanziare, con percentuali che variano dall'85 al 90% dell?importo a progetto, interventi riguardanti strade comunali, cimiteri, opere igienico-sanitarie, messa a norma di strutture. Questi i Comuni interessati: Canazei-Cianacei, Fondo, Grigno, Ospedaletto, Romeno, Tre Ville e Vignola Falesina.
     
  • 30/07/2018
    "Progetto per l?Avisio", se ne parla a Molina di Fiemme
    Riqualificazione ambientale e territoriale a beneficio dei comuni lungo l?asta dell?Avisio, una programmazione di interventi concordata tra Comuni e Comunità a fronte degli accordi tra la Provincia autonoma di Trento e quella di Bolzano per la riassegnazione della concessione di grande derivazione idroelettrica di San Floriano: in questo consiste il ?Progetto per l?Avisio?, che regola la ripartizione e la definizione delle misure compensative a carattere finanziario derivanti dalla concessione. Se ne parla giovedì 2 agosto 2018, alle ore 20.30, presso la Sala Tisti a Molina di Fiemme, alla presenza dell?assessore provinciale alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi. Tutti sono invitati.
     
  • 30/07/2018
    "Progetto per l?Avisio", se ne parla a Molina di Fiemme
    Riqualificazione ambientale e territoriale a beneficio dei comuni lungo l?asta dell?Avisio, una programmazione di interventi concordata tra Comuni e Comunità a fronte degli accordi tra la Provincia autonoma di Trento e quella di Bolzano per la riassegnazione della concessione di grande derivazione idroelettrica di San Floriano: in questo consiste il ?Progetto per l?Avisio?, che regola la ripartizione e la definizione delle misure compensative a carattere finanziario derivanti dalla concessione. Se ne parla giovedì 2 agosto 2018, alle ore 20.30, presso la Sala Tisti a Molina di Fiemme, alla presenza dell?assessore provinciale alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi. Tutti sono invitati.
     
  • 21/07/2018
    Pratiche edilizie on line: addio carta, la concessione è ora digitale
    Pratiche semplificate, tempi ridotti e certezza delle comunicazioni tra cittadino e pubblica amministrazione: tutto questo è la nuova applicazione per i Comuni che permette la gestione on-line della compilazione della richiesta di inizio attività edilizia (Scia), l?inoltro telematico di eventuali allegati direttamente ai tecnici dell?edilizia privata dei Comuni. Grazie al nuovo sistema, sperimentato nel Comune Valle dei Laghi, è superata la versione cartacea dei documenti ed è garantita l?integrazione tra i tecnici comunali, progettisti e privati cittadini per lo scambio di documenti e la verifica dello stato di avanzamento delle pratiche edilizie. Il nuovo sistema è stato presentato nella giornata di oggi a Trento presso il Consorzio dei Comuni trentini. ?L?urbanistica digitale - ha sottolineato l?assessore  alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss, intervenuto all?incontro - è realtà in Trentino: dopo la documentazione dei piani urbanistici in formato digitale, oggi abbiamo dato risposta al 70 per centro delle richieste edilizie che saranno evase in tempi più rapidi e certi. Nei prossimi anni sarà necessario un ulteriore sforzo per digitalizzare le pratiche edilizie e gli archivi dei Comuni, così da garantire l?accesso ai documenti digitali?.
     
  • 21/07/2018
    Pratiche edilizie on line: addio carta, la concessione è ora digitale
    Pratiche semplificate, tempi ridotti e certezza delle comunicazioni tra cittadino e pubblica amministrazione: tutto questo è la nuova applicazione per i Comuni che permette la gestione on-line della compilazione della richiesta di inizio attività edilizia (Scia), l?inoltro telematico di eventuali allegati direttamente ai tecnici dell?edilizia privata dei Comuni. Grazie al nuovo sistema, sperimentato nel Comune Valle dei Laghi, è superata la versione cartacea dei documenti ed è garantita l?integrazione tra i tecnici comunali, progettisti e privati cittadini per lo scambio di documenti e la verifica dello stato di avanzamento delle pratiche edilizie. Il nuovo sistema è stato presentato nella giornata di oggi a Trento presso il Consorzio dei Comuni trentini. ?L?urbanistica digitale - ha sottolineato l?assessore  alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss, intervenuto all?incontro - è realtà in Trentino: dopo la documentazione dei piani urbanistici in formato digitale, oggi abbiamo dato risposta al 70 per centro delle richieste edilizie che saranno evase in tempi più rapidi e certi. Nei prossimi anni sarà necessario un ulteriore sforzo per digitalizzare le pratiche edilizie e gli archivi dei Comuni, così da garantire l?accesso ai documenti digitali?.
     
  • 19/07/2018
    Siglato un nuovo accordo quadro per gli investimenti del comprensorio sciistico di Brentonico
    Siglato oggi un accordo quadro fra Provincia, i comuni di Brentonico e Mori e Brentonico Ski per il miglioramento del comprensorio sciistico di Brentonico. L'accordo concretizza gli investimenti previsti nel business plan della società Brentonico Ski, mirati a dare forma ad un programma strategico di interventi migliorativi e di investimenti da realizzarsi nel prossimo futuro per potenziare il comprensorio sciistico dell'altopiano. Previsto anche l'intervento da parte della Provincia, tramite Trentino Sviluppo, mediante l?acquisto dell?impianto di risalita ?Rosa del Sole". I proventi derivanti da questa cessione verranno utilizzati da Brentonico Ski per finanziare una parte degli interventi migliorativi previsti, fra cui l'adeguamento di alcuni punti critici delle piste che consentiranno anche agli utenti meno esperti (famiglie e bambini), di utilizzare il maggior numero di tracciati del comprensorio sciistico. Fra gli altri interventi previsti lo spostamento del campo scuola vicino alle piste, il prolungamento della vita tecnica della Sciovia ?Momo?, il miglioramento dei servizi ricettivi, di ristorazione e igienici della Baita Montagnola. L?accordo odierno completa un percorso avviato nel dicembre 2015 e che ha visto concretizzarsi un?importante collaborazione pubblico-privato tra Provincia, Trentino Sviluppo, società di gestione degli impianti, comuni, operatori economici e banche locali con l?obiettivo condiviso di sostenere delle infrastrutture sciistiche considerate importante ?palestra? di sport per ragazzi e famiglie ed un asset strategico per il turismo di montagna.
     
  • 19/07/2018
    Siglato un nuovo accordo quadro per gli investimenti del comprensorio sciistico di Brentonico
    Siglato oggi un accordo quadro fra Provincia, i comuni di Brentonico e Mori e Brentonico Ski per il miglioramento del comprensorio sciistico di Brentonico. L'accordo concretizza gli investimenti previsti nel business plan della società Brentonico Ski, mirati a dare forma ad un programma strategico di interventi migliorativi e di investimenti da realizzarsi nel prossimo futuro per potenziare il comprensorio sciistico dell'altopiano. Previsto anche l'intervento da parte della Provincia, tramite Trentino Sviluppo, mediante l?acquisto dell?impianto di risalita ?Rosa del Sole". I proventi derivanti da questa cessione verranno utilizzati da Brentonico Ski per finanziare una parte degli interventi migliorativi previsti, fra cui l'adeguamento di alcuni punti critici delle piste che consentiranno anche agli utenti meno esperti (famiglie e bambini), di utilizzare il maggior numero di tracciati del comprensorio sciistico. Fra gli altri interventi previsti lo spostamento del campo scuola vicino alle piste, il prolungamento della vita tecnica della Sciovia ?Momo?, il miglioramento dei servizi ricettivi, di ristorazione e igienici della Baita Montagnola. L?accordo odierno completa un percorso avviato nel dicembre 2015 e che ha visto concretizzarsi un?importante collaborazione pubblico-privato tra Provincia, Trentino Sviluppo, società di gestione degli impianti, comuni, operatori economici e banche locali con l?obiettivo condiviso di sostenere delle infrastrutture sciistiche considerate importante ?palestra? di sport per ragazzi e famiglie ed un asset strategico per il turismo di montagna.
     
  • 10/07/2018
    Recinti fissi per prevenire le predazioni di orsi e lupi: visita dell'assessore Dallapiccola a malga Boldera a Sega di Ala
    Visita questo pomeriggio dell'assessore provinciale all'agricoltura Michele Dallapiccola a malga Boldera, a Sega di Ala, per visitare uno dei quattro recinti fissi istallati in via sperimentale in Trentino per proteggere le greggi al pascolo dagli assalti di orsi e lupi. Il riscontro è stato molto positivo: le recinzioni elettrificate rappresentano uno dei principali strumenti di prevenzione dei danni causati dal grandi carnivori agli allevatori. A malga Boldera nei primi 10 giorni di alpeggio si erano registrate ben 3 predazioni su altrettanti vitelli. Da quando, circa un mese fa, è stato installato il recinto, i danni sono scesi a zero. "Parallelamente al percorso che stiamo facendo sul piano giuridico per una efficace gestione di questa problematica - spiega Dallapiccola - è fondamentale che continuiamo a portare avanti una politica volta a prevenire le predazioni. Uno degli strumenti più utili è rappresentato proprio dai recinti, efficaci per tenere lontani dagli animali sia gli orsi che i lupi. Ci sono due tipi di recinti: mobili e fissi. Oggi, con questa visita a malga Boldera, che ospita attualmente circa 60 bovini, ci siamo dedicati in particolare ai secondi. In Trentino recinti così ne sono stati installati quattro. Abbiamo valutato le difficoltà tecniche della loro messa in opera ma registrato anche la soddisfazione dei proprietari, che vivono nel primo luogo dove il lupo si è insediato in Trentino, con l'arrivo, nel 2012, della prima coppia, da cui si sono originati i due branchi attualmente presenti nella Lessinia. Con noi c'era l'assessore all'agricoltura del comune di Levico Marco Martinelli, che è anche un allevatore, perché l'amministrazione comunale avrebbe intenzione sul Vezzena, visto che anche lì il lupo è presente in maniera massiccia, L'intenzione della visita era proprio quella di valutare il grado di soddisfazione degli operatori e la praticabilità tecnica delle diverse soluzioni". Con l'assessore Dallapiccola, oggi a Sega di Ala, anche Claudio Groff e Maurizio Zanin del Servizio foreste e fauna della Provincia e i forestali della zona.
     
  • 10/07/2018
    Recinti fissi per prevenire le predazioni di orsi e lupi: visita dell'assessore Dallapiccola a malga Boldera a Sega di Ala
    Visita questo pomeriggio dell'assessore provinciale all'agricoltura Michele Dallapiccola a malga Boldera, a Sega di Ala, per visitare uno dei quattro recinti fissi istallati in via sperimentale in Trentino per proteggere le greggi al pascolo dagli assalti di orsi e lupi. Il riscontro è stato molto positivo: le recinzioni elettrificate rappresentano uno dei principali strumenti di prevenzione dei danni causati dal grandi carnivori agli allevatori. A malga Boldera nei primi 10 giorni di alpeggio si erano registrate ben 3 predazioni su altrettanti vitelli. Da quando, circa un mese fa, è stato installato il recinto, i danni sono scesi a zero. "Parallelamente al percorso che stiamo facendo sul piano giuridico per una efficace gestione di questa problematica - spiega Dallapiccola - è fondamentale che continuiamo a portare avanti una politica volta a prevenire le predazioni. Uno degli strumenti più utili è rappresentato proprio dai recinti, efficaci per tenere lontani dagli animali sia gli orsi che i lupi. Ci sono due tipi di recinti: mobili e fissi. Oggi, con questa visita a malga Boldera, che ospita attualmente circa 60 bovini, ci siamo dedicati in particolare ai secondi. In Trentino recinti così ne sono stati installati quattro. Abbiamo valutato le difficoltà tecniche della loro messa in opera ma registrato anche la soddisfazione dei proprietari, che vivono nel primo luogo dove il lupo si è insediato in Trentino, con l'arrivo, nel 2012, della prima coppia, da cui si sono originati i due branchi attualmente presenti nella Lessinia. Con noi c'era l'assessore all'agricoltura del comune di Levico Marco Martinelli, che è anche un allevatore, perché l'amministrazione comunale avrebbe intenzione sul Vezzena, visto che anche lì il lupo è presente in maniera massiccia, L'intenzione della visita era proprio quella di valutare il grado di soddisfazione degli operatori e la praticabilità tecnica delle diverse soluzioni". Con l'assessore Dallapiccola, oggi a Sega di Ala, anche Claudio Groff e Maurizio Zanin del Servizio foreste e fauna della Provincia e i forestali della zona.
     
  • 30/06/2018
    ?Asili nido e supporto alla famiglia fondamentali per il futuro del Trentino?
    ?L?asilo nido e il centro civico sono importanti, e lo sono in particolare per Lisignago, perché garantiscono a cittadini e famiglie supporto e risposte concrete ad esigenze reali. Inoltre questi servizi creano Comunità che è il collante della società trentina. La mia presenza intende testimoniare l?impegno della Provincia autonoma a continuare ad investire in servizi e strutture nelle valli, cuore pulsante del Trentino?. L?assessore provinciale alla coesione territoriale ed enti locali, Carlo Daldoss, ha partecipato nel pomeriggio di ieri all?inaugurazione delle due nuove strutture di Lisignago in val di Cembra. Il nido d?infanzia è stato trasferito di recente nell?ex scuola d?infanzia di Lisignago. Grazie ai nuovi spazi messi a disposizione dal Comune, il nido può oggi accogliere fino a 24 bambini, contro i 18 della precedente sistemazione. L?assessore ha inoltre annunciato, anticipando i contenti della prossima finanziaria, nuovi risorse per il sostegno alla famiglia e gli asili nido: ?Le liste d?attesa saranno azzerate?.
     
  • 30/06/2018
    ?Asili nido e supporto alla famiglia fondamentali per il futuro del Trentino?
    ?L?asilo nido e il centro civico sono importanti, e lo sono in particolare per Lisignago, perché garantiscono a cittadini e famiglie supporto e risposte concrete ad esigenze reali. Inoltre questi servizi creano Comunità che è il collante della società trentina. La mia presenza intende testimoniare l?impegno della Provincia autonoma a continuare ad investire in servizi e strutture nelle valli, cuore pulsante del Trentino?. L?assessore provinciale alla coesione territoriale ed enti locali, Carlo Daldoss, ha partecipato nel pomeriggio di ieri all?inaugurazione delle due nuove strutture di Lisignago in val di Cembra. Il nido d?infanzia è stato trasferito di recente nell?ex scuola d?infanzia di Lisignago. Grazie ai nuovi spazi messi a disposizione dal Comune, il nido può oggi accogliere fino a 24 bambini, contro i 18 della precedente sistemazione. L?assessore ha inoltre annunciato, anticipando i contenti della prossima finanziaria, nuovi risorse per il sostegno alla famiglia e gli asili nido: ?Le liste d?attesa saranno azzerate?.
     
  • 15/06/2018
    Diritto allo studio, il finanziamento provinciale sfiora i 10 milioni di euro
    Nel 2018 il sistema scolastico trentino potrà contare su 9,85 milioni di euro di finanziamenti a salvaguardia del diritto allo studio: il finanziamento è superiore di 1 milione di euro rispetto a quello concesso nel 2017. La Giunta provinciale ha approvato stamani la delibera a firma dell?assessore alla coesione sociale e agli enti locali, Carlo Daldoss, che garantisce il saldo di 5,47 milioni di euro alle Comunità di Valle del Trentino. Nel dicembre scorso, sempre la Giunta avete stanziato la prima tranche di 4,38 milioni di euro. Il finanziamento sarà utilizzato dalle Comunità di Valle per garantire il servizio mensa sul territorio provinciale, l?attribuzione degli assegni di studio e a finanziare viaggi di studio degli studenti trentini.
     
  • 15/06/2018
    Istituito l?albo dei revisori dei conti dei Comuni trentini
    Il Trentino avrà l?Albo dei revisori dei conti dei Comuni trentini. Lo ha deciso stamani la Giunta provinciale, approvando all?unanimità la delibera a firma dell?assessore agli enti pubblici Carlo Daldoss. Gli aspiranti revisori dei conti dovranno presentare quest?anno la domanda entro il 31 luglio prossimo, mentre dal 2019 il termine sarà il 15 dicembre. La delibera fissa i requisiti dei candidati per la presentazione della domanda e l?obbligo di un percorso formativo che i revisori dei conti dovranno sostenere per svolgere l?attività nelle amministrazioni locali.
     
  • 15/06/2018
    Edilizia pubblica: fondi per 7,76 milioni a sostegno degli affitti
    La Giunta provinciale ha deciso l?assegnazione alle Comunità di valle del Trentino del contributo integrativo sul libero mercato per l?anno 2018. I fondi ammontano a 7,76 milioni di euro e saranno destinati al sostegno degli affitti ai nuclei familiari che lo hanno richiesto. La delibera, a firma dell?assessore provinciale alla coesione sociale e all?edilizia abitativa Carlo Daldoss, definisce il riparto tra le Comunità di valle del Fondo provinciale casa. Il contributo all?affitto sarà calcolato per ogni richiedente sulla base dell?indicatore Icef fino ad un massimo di 300 euro e per un importo massimo comunque inferiore alla metà dell?affitto.
     
  • 15/06/2018
    Diritto allo studio, il finanziamento provinciale sfiora i 10 milioni di euro
    Nel 2018 il sistema scolastico trentino potrà contare su 9,85 milioni di euro di finanziamenti a salvaguardia del diritto allo studio: il finanziamento è superiore di 1 milione di euro rispetto a quello concesso nel 2017. La Giunta provinciale ha approvato stamani la delibera a firma dell?assessore alla coesione sociale e agli enti locali, Carlo Daldoss, che garantisce il saldo di 5,47 milioni di euro alle Comunità di Valle del Trentino. Nel dicembre scorso, sempre la Giunta avete stanziato la prima tranche di 4,38 milioni di euro. Il finanziamento sarà utilizzato dalle Comunità di Valle per garantire il servizio mensa sul territorio provinciale, l?attribuzione degli assegni di studio e a finanziare viaggi di studio degli studenti trentini.
     
  • 15/06/2018
    Istituito l?albo dei revisori dei conti dei Comuni trentini
    Il Trentino avrà l?Albo dei revisori dei conti dei Comuni trentini. Lo ha deciso stamani la Giunta provinciale, approvando all?unanimità la delibera a firma dell?assessore agli enti pubblici Carlo Daldoss. Gli aspiranti revisori dei conti dovranno presentare quest?anno la domanda entro il 31 luglio prossimo, mentre dal 2019 il termine sarà il 15 dicembre. La delibera fissa i requisiti dei candidati per la presentazione della domanda e l?obbligo di un percorso formativo che i revisori dei conti dovranno sostenere per svolgere l?attività nelle amministrazioni locali.
     
  • 15/06/2018
    Edilizia pubblica: fondi per 7,76 milioni a sostegno degli affitti
    La Giunta provinciale ha deciso l?assegnazione alle Comunità di valle del Trentino del contributo integrativo sul libero mercato per l?anno 2018. I fondi ammontano a 7,76 milioni di euro e saranno destinati al sostegno degli affitti ai nuclei familiari che lo hanno richiesto. La delibera, a firma dell?assessore provinciale alla coesione sociale e all?edilizia abitativa Carlo Daldoss, definisce il riparto tra le Comunità di valle del Fondo provinciale casa. Il contributo all?affitto sarà calcolato per ogni richiedente sulla base dell?indicatore Icef fino ad un massimo di 300 euro e per un importo massimo comunque inferiore alla metà dell?affitto.
     
  • 10/06/2018
    Ugo Rossi: "Cari pompieri, il vostro impegno e la vostra responsabilità sono il motore e il Dna dell'Autonomia"
    Una riconoscenza incondizionata per il servizio che i Vigili del Fuoco costantemente offrono alla cittadinanza e un esercizio di memoria rivolto a tutti, per non dare per scontato l'impegno, la responsabilità e l'organizzazione che sono alla base della presenza dei pompieri all'interno della comunità trentina : è con un invito alla gratitudine e ad una riflessione che il presidente della Provincia autonoma di Trento ha voluto inaugurare questa mattina la nuova caserma di Mezzana. Una "seconda casa" come è stata definita, per i volontari e gli allievi del locale corpo dei Vigili del Fuoco, che sarà comunque una struttura di riferimento per l'intera Val di Sole. "Diamo per scontato il vostro impegno, le scelte di responsabilità che siete chiamati a fare, la vostra professionalità. Ma il vostro fare è il motore e il Dna dell'autogoverno e dell'Autonomia di questa nostra straordinaria terra" ha detto il presidente Rossi ringraziando i volontari. "Questo edificio è un investimento per il futuro del vostro corpo e il segno dell'agire di tutte le persone come voi" ha continuato Ugo Rossi rivolto ai pompieri e alla cittadinanza intervenuta alla cerimonia. All'inaugurazione di Mezzana è intervenuto anche l'assessore provinciale alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss, che ha incoraggiato i pompieri volontari a essere sempre presenti tra i giovani e nelle scuole per portare una testimonianza del proprio impegno disinteressato e dei valori profondi realmente vissuti, che sono segno tangibile dell'amore per la propria comunità.
     
  • 10/06/2018
    Ugo Rossi: "Cari pompieri, il vostro impegno e la vostra responsabilità sono il motore e il Dna dell'Autonomia"
    Una riconoscenza incondizionata per il servizio che i Vigili del Fuoco costantemente offrono alla cittadinanza e un esercizio di memoria rivolto a tutti, per non dare per scontato l'impegno, la responsabilità e l'organizzazione che sono alla base della presenza dei pompieri all'interno della comunità trentina : è con un l'invito alla gratitudine e ad una riflessione che il presidente della Provincia autonoma di Trento ha voluto inaugurare questa mattina la nuova caserma di Mezzana. Una "seconda casa" come è stata definita, per i volontari e gli allievi del locale corpo dei Vigili del Fuoco, che sarà comunque una struttura di riferimento per l'intera Val di Sole. "Diamo per scontato il vostro impegno, le scelte di responsabilità che siete chiamati a fare, la vostra professionalità. Ma il vostro fare è il motore e il Dna dell'autogoverno e dell'Autonomia di questa nostra straordinaria terra" ha detto il presidente Rossi ringraziando i volontari. "Questo edificio è un investimento per il futuro del vostro corpo e il segno dell'agire di tutte le persone come voi" ha continuato Ugo Rossi rivolto ai pompieri e alla cittadinanza intervenuta alla cerimonia. All'inaugurazione di Mezzana è intervenuto anche l'assessore provinciale alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss, che ha incoraggiato i pompieri volontari a essere sempre presenti tra i giovani e nelle scuole per portare una testimonianza del proprio impegno disinteressato e dei valori profondi realmente vissuti, che sono segno tangibile dell'amore per la propria comunità.
     
  • 30/05/2018
    Gestioni associate: più flessibilità su obiettivi di risparmio e personale
    Le gestioni associate dei servizi comunali mantengono tutte le buone ragioni per cui sono state adottate, ma per poter raggiungere pienamente gli obiettivi di razionalizzazione e risparmio e sfruttare le potenzialità di efficientamento dei processi amministrativi che le hanno ispirate, hanno bisogno di superare alcune difficoltà applicative, ed ora che l'economia trentina ha ricominciato a "tirare" è il momento giusto per intervenire con alcune modifiche e correttivi che da un lato allentino l'impegno chiesto ai Comuni sul fronte degli obiettivi di risparmio della spesa, e dall'altro introducano meccanismi di flessibilità relativamente ai vincoli sulle assunzioni di personale. E' quanto hanno sostenuto ieri sera all'incontro con i sindaci trentini, che si è tenuto presso il Consorzio dei Comuni Trentini, il presidente della Provincia Ugo Rossi e l'assessore alla coesione territoriale ed enti locali Carlo Daldoss. "Nella prossima manovra di assestamento di bilancio che approveremo a luglio - ha affermato Rossi - le istanze dei Comuni volte a superare le criticità che l'obbligatorietà delle gestioni associate ha comportato, troveranno una risposta puntuale, ad iniziare dalla stabilizzazione del personale amministrativo".
     
  • 30/05/2018
    Gestioni associate: più flessibilità su obiettivi di risparmio e personale
    Le gestioni associate dei servizi comunali mantengono tutte le buone ragioni per cui sono state adottate, ma per poter raggiungere pienamente gli obiettivi di razionalizzazione e risparmio e sfruttare le potenzialità di efficientamento dei processi amministrativi che le hanno ispirate, hanno bisogno di superare alcune difficoltà applicative, ed ora che l'economia trentina ha ricominciato a "tirare" è il momento giusto per intervenire con alcune modifiche e correttivi che da un lato allentino l'impegno chiesto ai Comuni sul fronte degli obiettivi di risparmio della spesa, e dall'altro introducano meccanismi di flessibilità relativamente ai vincoli sulle assunzioni di personale. E' quanto hanno sostenuto ieri sera all'incontro con i sindaci trentini, che si è tenuto presso il Consorzio dei Comuni Trentini, il presidente della Provincia Ugo Rossi e l'assessore alla coesione territoriale ed enti locali Carlo Daldoss. "Nella prossima manovra di assestamento di bilancio che approveremo a luglio - ha affermato Rossi - le istanze dei Comuni volte a superare le criticità che l'obbligatorietà delle gestioni associate ha comportato, troveranno una risposta puntuale, ad iniziare dalla stabilizzazione del personale amministrativo".
     
  • 26/05/2018
    Inaugurato, a Borgo Valsugana, il nuovo centro natatorio della Comunità Valsugana e Tesino
    Questa mattina, a Borgo Valsugana, è stato inaugurato ufficialmente il nuovo centro natatorio della Comunità Valsugana e Tesino. Alla cerimonia, assieme a numerose autorità e molte persone, hanno partecipato gli assessori provinciali agli enti locali Carlo Daldoss e alle infrastrutture Mauro Gilmozzi, che aveva seguito il progetto quando era assessore agli enti locali. ?Partendo da questo impianto di valore ? ha detto l?assessore Daldoss ? guardiamo con fiducia al futuro, anche pensando ai tanti giovani che lo utilizzeranno. Questa è la dimostrazione che se si mettono assieme le forze e le idee i risultati arrivano a beneficio di tutti. Siamo soddisfatti perché giunge a compimento un progetto impegnativo che si rivelerà però vincente per tutta la Valsugana e Tesino e per il Trentino?.
     
  • 26/05/2018
    Inaugurato, a Borgo Valsugana, il nuovo centro natatorio della Comunità Valsugana e Tesino
    Questa mattina, a Borgo Valsugana, è stato inaugurato ufficialmente il nuovo centro natatorio della Comunità Valsugana e Tesino. Alla cerimonia, assieme a numerose autorità e molte persone, hanno partecipato gli assessori provinciali agli enti locali Carlo Daldoss e alle infrastrutture Mauro Gilmozzi, che aveva seguito il progetto quando era assessore agli enti locali. ?Partendo da questo impianto di valore ? ha detto l?assessore Daldoss ? guardiamo con fiducia al futuro, anche pensando ai tanti giovani che lo utilizzeranno. Questa è la dimostrazione che se si mettono assieme le forze e le idee i risultati arrivano a beneficio di tutti. Siamo soddisfatti perché giunge a compimento un progetto impegnativo che si rivelerà però vincente per tutta la Valsugana e Tesino e per il Trentino?.
     
  • 18/05/2018
    Nuovi finanziamenti della Provincia per il presidio del territorio
    L'attivazione di una quota specifica del fondo enti locali sarà destinata a progetti di sicurezza urbana e risorse aggiuntive per consolidare l'unità anti degrado del Comune di Trento. Lo ha deciso oggi al Giunta provinciale, su proposta del presidente Ugo Rossi e dell'assessore agli enti locali Carlo Daldoss, attraverso la proposta di integrazione del Protocollo di finanza locale per il 2018. L'obiettivo è quello di individuare un nuovo canale di finanziamento per consolidare i progetti di sicurezza urbana per la prevenzione e il presidio del territorio già avviati dai comuni e finanziati dalla Provincia (legge provinciale sulla polizia locale n. 8 del 2005). Le risorse aggiuntive previste per il progetto attualmente attivo del Comune di Trento ammontano a 99.907,00 euro per il 2018 (a decorrere dal 3 ottobre 2018) e 405.180 euro per il trasferimento annuo a regime a partire dal 2019.
     
  • 18/05/2018
    Nuovi finanziamenti della Provincia per il presidio del territorio
    L'attivazione di una quota specifica del fondo enti locali sarà destinata a progetti di sicurezza urbana e risorse aggiuntive per consolidare l'unità anti degrado del Comune di Trento. Lo ha deciso oggi al Giunta provinciale, su proposta del presidente Ugo Rossi e dell'assessore agli enti locali Carlo Daldoss, attraverso la proposta di integrazione del Protocollo di finanza locale per il 2018. L'obiettivo è quello di individuare un nuovo canale di finanziamento per consolidare i progetti di sicurezza urbana per la prevenzione e il presidio del territorio già avviati dai comuni e finanziati dalla Provincia (legge provinciale sulla polizia locale n. 8 del 2005). Le risorse aggiuntive previste per il progetto attualmente attivo del Comune di Trento ammontano a 99.907,00 euro per il 2018 (a decorrere dal 3 ottobre 2018) e 405.180 euro per il trasferimento annuo a regime a partire dal 2019.
     
  • 09/05/2018
    Integrazione da 13 milioni di euro per il Fondo strategico di coesione territoriale
    Il Fondo strategico di coesione territoriale sarà integrato con altri 13 milioni di euro. La decisione è della giunta provinciale su proposta dell?assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa, Carlo Daldoss. La disponibilità del Fondo, che finanzia le attività delle Comunità di valle, passa così dai 65 milioni di euro del 2016 ai 78 milioni di euro di oggi.
     
  • 09/05/2018
    Scuole: nuove risorse per la sicurezza e l'ammodernamento degli edifici
    La giunta provinciale, con delibera a firma dell'assessore all'urbanistica Carlo Daldoss, ha stanziato oggi 9,50 milioni di euro per l?adeguamento delle strutture scolastiche del Trentino. In totale saranno 14 gli interventi in altrettante strutture scolastiche che saranno avviati in diverse aree del Trentino grazie al finanziamento della Provincia autonoma di Trento.
     
  • 09/05/2018
    Integrazione da 13 milioni di euro per il Fondo strategico di coesione territoriale
    Il Fondo strategico di coesione territoriale sarà integrato con altri 13 milioni di euro. La decisione è della giunta provinciale su proposta dell?assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa, Carlo Daldoss. La disponibilità del Fondo, che finanzia le attività delle Comunità di valle, passa così dai 65 milioni di euro del 2016 ai 78 milioni di euro di oggi.
     
  • 09/05/2018
    Scuole: nuove risorse per la sicurezza e l'ammodernamento degli edifici
    La giunta provinciale, con delibera a firma dell'assessore all'urbanistica Carlo Daldoss, ha stanziato oggi 9,50 milioni di euro per l?adeguamento delle strutture scolastiche del Trentino. In totale saranno 14 gli interventi in altrettante strutture scolastiche che saranno avviati in diverse aree del Trentino grazie al finanziamento della Provincia autonoma di Trento.
     
  • 04/05/2018
    Rossi: ?Grazie alle fusioni abbiamo Comuni ancora più vicini al cittadino?
    La fusione tra due o più Comuni non si esaurisce con la somma dei cittadini ma porta con sé un processo di riorganizzazione, a volte non banale, il cui risultato finale si traduce in economie di scala e servizi migliori verso i cittadini. L?evidenza arriva dall?esperienza dei 27 nuovi comuni, già costituiti o che si costituiranno entro il 2020 a seguito di processi di fusione tra precedenti amministrazioni, con una riduzione di 57 comuni rispetto al 2009 e, solo nell'ultima legislatura, di ben 51 comuni . Nel pomeriggio di ieri ne hanno discusso presso la sede del Consorzio dei Comuni di via Torre Verde a Trento, amministratori e sindaci con il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi e l?assessore alla coesione sociale e agli enti locali Carlo Daldoss. ?L?obiettivo - come ha sottolineato il presidente del Consorzio, Paride Gianmoena - è di ottimizzare, grazie alla condivisione delle esperienze, le potenzialità offerte dai processi di fusione e di prevenire o affrontare le possibili difficoltà?. Dal canto suo il presidente Rossi ha ribadito l?attenzione della giunta provinciale verso i Comuni e gli enti locali: ?Questa legislatura è stata l?occasione per riformare le Comunità di Valle e, poi anche su richiesta di amministratori e cittadini, abbiamo proseguito con la fusione dei Comuni. I risultati ci stanno dando ragione e confermano che le fusioni stanno migliorando l?operato dei Comuni. Si tratta di processi importanti per l?assetto di un Trentino moderno e in grado di rispondere ai bisogni dei cittadini. Occasioni di confronto e dialogo, come questa di oggi, con voi amministratori sono essenziali per sviluppare i migliori processi e, se necessario, ottimizzare quelli esistenti?.
     
  • 04/05/2018
    Rossi: ?Grazie alle fusioni abbiamo Comuni ancora più vicini al cittadino?
    La fusione tra due o più Comuni non si esaurisce con la somma dei cittadini ma porta con sé un processo di riorganizzazione, a volte non banale, il cui risultato finale si traduce in economie di scala e servizi migliori verso i cittadini. L?evidenza arriva dall?esperienza dei 27 nuovi comuni, già costituiti o che si costituiranno entro il 2020 a seguito di processi di fusione tra precedenti amministrazioni, con una riduzione di 57 comuni rispetto al 2009 e, solo nell'ultima legislatura, di ben 51 comuni . Nel pomeriggio di ieri ne hanno discusso presso la sede del Consorzio dei Comuni di via Torre Verde a Trento, amministratori e sindaci con il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi e l?assessore alla coesione sociale e agli enti locali Carlo Daldoss. ?L?obiettivo - come ha sottolineato il presidente del Consorzio, Paride Gianmoena - è di ottimizzare, grazie alla condivisione delle esperienze, le potenzialità offerte dai processi di fusione e di prevenire o affrontare le possibili difficoltà?. Dal canto suo il presidente Rossi ha ribadito l?attenzione della giunta provinciale verso i Comuni e gli enti locali: ?Questa legislatura è stata l?occasione per riformare le Comunità di Valle e, poi anche su richiesta di amministratori e cittadini, abbiamo proseguito con la fusione dei Comuni. I risultati ci stanno dando ragione e confermano che le fusioni stanno migliorando l?operato dei Comuni. Si tratta di processi importanti per l?assetto di un Trentino moderno e in grado di rispondere ai bisogni dei cittadini. Occasioni di confronto e dialogo, come questa di oggi, con voi amministratori sono essenziali per sviluppare i migliori processi e, se necessario, ottimizzare quelli esistenti?.
     
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy