Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Comunità di Valle

 
 
 
 
 
 
Notizie
  • 15/06/2018
    Diritto allo studio, il finanziamento provinciale sfiora i 10 milioni di euro
    Nel 2018 il sistema scolastico trentino potrà contare su 9,85 milioni di euro di finanziamenti a salvaguardia del diritto allo studio: il finanziamento è superiore di 1 milione di euro rispetto a quello concesso nel 2017. La Giunta provinciale ha approvato stamani la delibera a firma dell?assessore alla coesione sociale e agli enti locali, Carlo Daldoss, che garantisce il saldo di 5,47 milioni di euro alle Comunità di Valle del Trentino. Nel dicembre scorso, sempre la Giunta avete stanziato la prima tranche di 4,38 milioni di euro. Il finanziamento sarà utilizzato dalle Comunità di Valle per garantire il servizio mensa sul territorio provinciale, l?attribuzione degli assegni di studio e a finanziare viaggi di studio degli studenti trentini.
     
  • 15/06/2018
    Istituito l?albo dei revisori dei conti dei Comuni trentini
    Il Trentino avrà l?Albo dei revisori dei conti dei Comuni trentini. Lo ha deciso stamani la Giunta provinciale, approvando all?unanimità la delibera a firma dell?assessore agli enti pubblici Carlo Daldoss. Gli aspiranti revisori dei conti dovranno presentare quest?anno la domanda entro il 31 luglio prossimo, mentre dal 2019 il termine sarà il 15 dicembre. La delibera fissa i requisiti dei candidati per la presentazione della domanda e l?obbligo di un percorso formativo che i revisori dei conti dovranno sostenere per svolgere l?attività nelle amministrazioni locali.
     
  • 15/06/2018
    Edilizia pubblica: fondi per 7,76 milioni a sostegno degli affitti
    La Giunta provinciale ha deciso l?assegnazione alle Comunità di valle del Trentino del contributo integrativo sul libero mercato per l?anno 2018. I fondi ammontano a 7,76 milioni di euro e saranno destinati al sostegno degli affitti ai nuclei familiari che lo hanno richiesto. La delibera, a firma dell?assessore provinciale alla coesione sociale e all?edilizia abitativa Carlo Daldoss, definisce il riparto tra le Comunità di valle del Fondo provinciale casa. Il contributo all?affitto sarà calcolato per ogni richiedente sulla base dell?indicatore Icef fino ad un massimo di 300 euro e per un importo massimo comunque inferiore alla metà dell?affitto.
     
  • 10/06/2018
    Ugo Rossi: "Cari pompieri, il vostro impegno e la vostra responsabilità sono il motore e il Dna dell'Autonomia"
    Una riconoscenza incondizionata per il servizio che i Vigili del Fuoco costantemente offrono alla cittadinanza e un esercizio di memoria rivolto a tutti, per non dare per scontato l'impegno, la responsabilità e l'organizzazione che sono alla base della presenza dei pompieri all'interno della comunità trentina : è con un l'invito alla gratitudine e ad una riflessione che il presidente della Provincia autonoma di Trento ha voluto inaugurare questa mattina la nuova caserma di Mezzana. Una "seconda casa" come è stata definita, per i volontari e gli allievi del locale corpo dei Vigili del Fuoco, che sarà comunque una struttura di riferimento per l'intera Val di Sole. "Diamo per scontato il vostro impegno, le scelte di responsabilità che siete chiamati a fare, la vostra professionalità. Ma il vostro fare è il motore e il Dna dell'autogoverno e dell'Autonomia di questa nostra straordinaria terra" ha detto il presidente Rossi ringraziando i volontari. "Questo edificio è un investimento per il futuro del vostro corpo e il segno dell'agire di tutte le persone come voi" ha continuato Ugo Rossi rivolto ai pompieri e alla cittadinanza intervenuta alla cerimonia. All'inaugurazione di Mezzana è intervenuto anche l'assessore provinciale alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss, che ha incoraggiato i pompieri volontari a essere sempre presenti tra i giovani e nelle scuole per portare una testimonianza del proprio impegno disinteressato e dei valori profondi realmente vissuti, che sono segno tangibile dell'amore per la propria comunità.
     
  • 30/05/2018
    Gestioni associate: più flessibilità su obiettivi di risparmio e personale
    Le gestioni associate dei servizi comunali mantengono tutte le buone ragioni per cui sono state adottate, ma per poter raggiungere pienamente gli obiettivi di razionalizzazione e risparmio e sfruttare le potenzialità di efficientamento dei processi amministrativi che le hanno ispirate, hanno bisogno di superare alcune difficoltà applicative, ed ora che l'economia trentina ha ricominciato a "tirare" è il momento giusto per intervenire con alcune modifiche e correttivi che da un lato allentino l'impegno chiesto ai Comuni sul fronte degli obiettivi di risparmio della spesa, e dall'altro introducano meccanismi di flessibilità relativamente ai vincoli sulle assunzioni di personale. E' quanto hanno sostenuto ieri sera all'incontro con i sindaci trentini, che si è tenuto presso il Consorzio dei Comuni Trentini, il presidente della Provincia Ugo Rossi e l'assessore alla coesione territoriale ed enti locali Carlo Daldoss. "Nella prossima manovra di assestamento di bilancio che approveremo a luglio - ha affermato Rossi - le istanze dei Comuni volte a superare le criticità che l'obbligatorietà delle gestioni associate ha comportato, troveranno una risposta puntuale, ad iniziare dalla stabilizzazione del personale amministrativo".
     
  • 26/05/2018
    Inaugurato, a Borgo Valsugana, il nuovo centro natatorio della Comunità Valsugana e Tesino
    Questa mattina, a Borgo Valsugana, è stato inaugurato ufficialmente il nuovo centro natatorio della Comunità Valsugana e Tesino. Alla cerimonia, assieme a numerose autorità e molte persone, hanno partecipato gli assessori provinciali agli enti locali Carlo Daldoss e alle infrastrutture Mauro Gilmozzi, che aveva seguito il progetto quando era assessore agli enti locali. ?Partendo da questo impianto di valore ? ha detto l?assessore Daldoss ? guardiamo con fiducia al futuro, anche pensando ai tanti giovani che lo utilizzeranno. Questa è la dimostrazione che se si mettono assieme le forze e le idee i risultati arrivano a beneficio di tutti. Siamo soddisfatti perché giunge a compimento un progetto impegnativo che si rivelerà però vincente per tutta la Valsugana e Tesino e per il Trentino?.
     
  • 18/05/2018
    Nuovi finanziamenti della Provincia per il presidio del territorio
    L'attivazione di una quota specifica del fondo enti locali sarà destinata a progetti di sicurezza urbana e risorse aggiuntive per consolidare l'unità anti degrado del Comune di Trento. Lo ha deciso oggi al Giunta provinciale, su proposta del presidente Ugo Rossi e dell'assessore agli enti locali Carlo Daldoss, attraverso la proposta di integrazione del Protocollo di finanza locale per il 2018. L'obiettivo è quello di individuare un nuovo canale di finanziamento per consolidare i progetti di sicurezza urbana per la prevenzione e il presidio del territorio già avviati dai comuni e finanziati dalla Provincia (legge provinciale sulla polizia locale n. 8 del 2005). Le risorse aggiuntive previste per il progetto attualmente attivo del Comune di Trento ammontano a 99.907,00 euro per il 2018 (a decorrere dal 3 ottobre 2018) e 405.180 euro per il trasferimento annuo a regime a partire dal 2019.
     
  • 09/05/2018
    Integrazione da 13 milioni di euro per il Fondo strategico di coesione territoriale
    Il Fondo strategico di coesione territoriale sarà integrato con altri 13 milioni di euro. La decisione è della giunta provinciale su proposta dell?assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa, Carlo Daldoss. La disponibilità del Fondo, che finanzia le attività delle Comunità di valle, passa così dai 65 milioni di euro del 2016 ai 78 milioni di euro di oggi.
     
  • 09/05/2018
    Scuole: nuove risorse per la sicurezza e l'ammodernamento degli edifici
    La giunta provinciale, con delibera a firma dell'assessore all'urbanistica Carlo Daldoss, ha stanziato oggi 9,50 milioni di euro per l?adeguamento delle strutture scolastiche del Trentino. In totale saranno 14 gli interventi in altrettante strutture scolastiche che saranno avviati in diverse aree del Trentino grazie al finanziamento della Provincia autonoma di Trento.
     
  • 04/05/2018
    Rossi: ?Grazie alle fusioni abbiamo Comuni ancora più vicini al cittadino?
    La fusione tra due o più Comuni non si esaurisce con la somma dei cittadini ma porta con sé un processo di riorganizzazione, a volte non banale, il cui risultato finale si traduce in economie di scala e servizi migliori verso i cittadini. L?evidenza arriva dall?esperienza dei 27 nuovi comuni, già costituiti o che si costituiranno entro il 2020 a seguito di processi di fusione tra precedenti amministrazioni, con una riduzione di 57 comuni rispetto al 2009 e, solo nell'ultima legislatura, di ben 51 comuni . Nel pomeriggio di ieri ne hanno discusso presso la sede del Consorzio dei Comuni di via Torre Verde a Trento, amministratori e sindaci con il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi e l?assessore alla coesione sociale e agli enti locali Carlo Daldoss. ?L?obiettivo - come ha sottolineato il presidente del Consorzio, Paride Gianmoena - è di ottimizzare, grazie alla condivisione delle esperienze, le potenzialità offerte dai processi di fusione e di prevenire o affrontare le possibili difficoltà?. Dal canto suo il presidente Rossi ha ribadito l?attenzione della giunta provinciale verso i Comuni e gli enti locali: ?Questa legislatura è stata l?occasione per riformare le Comunità di Valle e, poi anche su richiesta di amministratori e cittadini, abbiamo proseguito con la fusione dei Comuni. I risultati ci stanno dando ragione e confermano che le fusioni stanno migliorando l?operato dei Comuni. Si tratta di processi importanti per l?assetto di un Trentino moderno e in grado di rispondere ai bisogni dei cittadini. Occasioni di confronto e dialogo, come questa di oggi, con voi amministratori sono essenziali per sviluppare i migliori processi e, se necessario, ottimizzare quelli esistenti?.
     
  • 24/04/2018
    Il 90 per cento della popolazione trentina vive in Comuni ?Amici della famiglia?
    In Trentino la famiglia è un patrimonio diffuso della comunità e il 90 per cento della popolazione, per un totale di circa 375 mila persone, vive in Comuni ?Amici della famiglia?. Su 176 amministrazioni locali ben 143 hanno intrapreso il percorso di certificazione per l?acquisizione del marchio ?Family in Trentino? o l?adesione al Distretto Famiglia. Il dato arriva dalla 9° Convention dei Comuni family friendly, organizzata dalla Agenzia della Famiglia della Provincia autonoma di Trento e in corso di svolgimento oggi a Fiera di Primiero. Il marchio attesta l?impegno delle amministrazioni a favore del nucleo familiare e riassunto nel Piano famiglia che il Comune redige annualmente e che contiene l?elenco delle azioni virtuose. Per diventare ?amica della famiglia? l?amministrazione comunale deve impegnarsi a promuovere pratiche concrete, quali - ad esempio - politiche tariffarie e interventi economici per le famiglie (scontistica su abbonamenti a spettacoli, scuole musicali, piscine, impianti sciistici e colonie estive), realizzazione di percorsi e sentieri a misura di famiglia, baby little home, ricettività in chiave ?family? con orari e pacchetti menu per famiglie, serate informative su tematiche attuali quali cyber bullismo, gioco d?azzardo, violenza alle donne, manutenzione e restyling di parchi giochi comunali, oltre a servizi domiciliari a supporto delle mamme. Ogni anno in Trentino sono messe in campo circa 2 mila iniziative locali, che vedono anche coinvolte 713 associazioni. Il modello Family in Trentino è diventato il rifermento nazionale e la nostra Provincia vanta alcune tra le migliore best practice a livello europeo.
     
  • 24/04/2018
    Rossi: ?La famiglia è al centro dell?azione politica in Trentino?
    ?Il Trentino investe da oltre 10 anni con continuità nelle politiche di benessere familiare. La famiglia è al centro della nostra azione politica perché la consideriamo il baricentro della società e della cultura della nostra terra. La specificità del Trentino è anche fatta di valori sociali e attenzione verso l?individuo. Non è un caso che il Trentino abbia sviluppato un sistema integrato di interventi diretti a dare sostegno concreto alle famiglie trentine attraverso una rete variegata di attori diffusa su tutto il territorio quali, ad esempio, i Distretti famiglia, le organizzazioni private e gli enti pubblici certificati ?Family in Trentino?, le associazioni familiari, i Piani giovani?. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, ha aperto oggi la 9° Convention dei Comuni Family Friendly, organizzata dall?Agenzia per la famiglia a Fiera di Primiero, ribadendo la fiducia della comunità trentina in un modello sociale preso a riferimento da altre Regioni italiane e Paesi della Comunità europea. Tra gli interventi realizzati nell?ultimo decennio, Rossi ha ricordato l?assegno unico provinciale, la revisione delle tariffe per i servizi della prima infanzia, le tariffe agevolate nel trasporto pubblico, le misure di conciliazione vita-lavoro grazie alla certificazione Family Audit, l?esenzione del ticket sanitario a partire dal terzo figlio, i contributi alle famiglie numerose, l?Euregio Family Pass che consente di avere accesso ai trasporti o al mondo della cultura a prezzi agevolati.
     
  • 24/04/2018
    ?Il Trentino è il modello europeo per la famiglia?
    ?In Trentino le famiglie numerose di tutta Italia respirano aria di casa. E non solo quelle con tanti figli, ogni famiglia avverte una cultura favorevole, si sente accolta e incoraggiata. In un Paese che da tempo non investe più sul suo capitale umano e sociale più importante, il Trentino, grazie alle politiche messe in atto in modo trasversale mediante il volano dell?Agenzia per la famiglia, è ormai diventato il profeta di un nuovo modo di pensare il bene comune?. Carlo Dionedi, vicepresidente dell?associazione nazionale famiglie numerose, promuove le politiche sulla famiglia avviate dalla Provincia autonoma di Trento. Da Fiera di Primiero e dalla 9° Convention Comuni Family arriva la conferma che il Trentino è uno dei riferimenti italiani ed europei per quanti lavorano all?inclusione sociale ed economica della famiglia in un contesto contemporaneo complesso e, talvolta, non certo favorevole ai bisogni delle persone. Di questo avviso sono anche altri due relatori di spicco della convention di Fiera: Regina Maroncelli, vice presidente European Large Families Confederation (Elfac) e Gian Battista Ledda di Anci Sardegna.
     
  • 24/04/2018
    ?Il Trentino è il modello europeo per la famiglia?
    ?In Trentino le famiglie numerose di tutta Italia respirano aria di casa. E non solo quelle con tanti figli, ogni famiglia avverte una cultura favorevole, si sente accolta e incoraggiata. In un Paese che da tempo non investe più sul suo capitale umano e sociale più importante, il Trentino, grazie alle politiche messe in atto in modo trasversale mediante il volano dell?Agenzia per la famiglia, è ormai diventato il profeta di un nuovo modo di pensare il bene comune?. Carlo Dionedi, vicepresidente dell?associazione nazionale famiglie numerose, promuove le politiche sulla famiglia avviate dalla Provincia autonoma di Trento. Da Fiera di Primiero e dalla 9° Convention Comuni Family arriva la conferma che il Trentino è uno dei riferimenti italiani ed europei per quanti lavorano all?inclusione sociale ed economica della famiglia in un contesto contemporaneo complesso e, talvolta, non certo favorevole ai bisogni delle persone. Di questo avviso sono anche altri due relatori di spicco della convention di Fiera: Regina Maroncelli, vice presidente European Large Families Confederation (Elfac) e Gian Battista Ledda, Anci Sardegna.
     
  • 12/04/2018
    Housing sociale, altri 31 alloggi a canone moderato a Rovereto
    L'Housing sociale, lo strumento ideato per rispondere alla domanda di alloggi della cosiddetta "fascia grigia" dell'utenza, identificabile in quanti non hanno le risorse per acquistare sul libero mercato un alloggio ma che hanno un reddito superiore a quello massimo richiesto per accedere all'edilizia sociale, ha tagliato oggi a Rovereto un'altro traguardo. I nuovi alloggi a canone moderato, 31, sono quelli del condominio Ca' delle Rose in via dell'Abetone 33-35 di proprietà del Fondo Housing Sociale Trentino gestito dalla società Finint SGR. Stamane, alla presenza dell'assessore all'edilizia abitativa Carlo Daldoss, la consegna agli affittuari. "La casa è un bene primario - ha affermato Daldoss - al quale la Provincia sta dando una grande attenzione. Il programma Housing è in fase molto avanzata: sono stati consegnati fino ad ora più di 270 appartamenti, altri 250 sono in costruzione."
     
  • 11/04/2018
    Vallagarina, rinasce l?antica via della seta
    La seta è stata per secoli la storia sociale ed economica della Vallagarina. La Giunta provinciale, su iniziativa dell?assessore alla cultura Tiziano Mellarini, ha deciso di partecipare al progetto ?Sulle vie della Seta?, che vede coinvolta la Comunità della Vallagarina con i Comuni di Rovereto, Ala e Villa Lagarina. L?obiettivo del progetto è il rilancio della memoria della seta e la creazione di un vero e proprio distretto, così da valorizzare il patrimonio storico artistico, ambientale ed economico della Vallagarina.
     
  • 30/03/2018
    Rossi sugli incentivi casa 2018: ?Autonomia significa più opportunità per i cittadini?
    ?L?Autonomia non è un modello senza cifra politica oppure, come taluni sostengono, un privilegio, ma al contrario è un?opportunità per i cittadini. L?Autonomia è autogoverno e la responsabilità di amministrare al meglio le risorse della comunità trentina. Il piano casa 2018 e i 65 milioni di euro di investimenti della Provincia autonoma di Trento sono la risposta concreta ad esigenze diffuse di singoli cittadini ma anche ad esigenze di ordine generale?. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, ha chiuso ieri sera a Malè, in una sala gremita di pubblico, l?incontro sugli incentivi casa 2018, organizzato dall?assessore all?urbanistica Carlo Daldoss. Una presenza, quella del presidente, che segue di poche ore la decisione della giunta provinciale di finanziare le nuove misure sulle abitazioni con 65 milioni di euro. Tre i temi trattati nel corso dell?incontro: anticipo delle detrazioni fiscali, acquisto casa e risparmio previdenziale, incentivi per la riqualificazione dei centri storici. ?La risorse messe a disposizione dall?esecutivo provinciale - ha sottolineato a sua volta Daldoss - hanno anche l'obiettivo di sostenere l'economia locale ed, in particolare il settore edilizio, particolarmente toccato dalla crisi economica degli scorsi anni?. L?assessore Daldoss ha iniziato in queste settimane un tour di una quarantina di date in tutti i maggiori centri del Trentino per presentare alla popolazione le importanti novità in tema di contributi casa.
     
  • 26/03/2018
    Agevolazioni Casa 2018, gli incontri con Daldoss a Transacqua, Ossana e Malè ?
    Continua il tour nelle diverse località del Trentino dell?assessore provinciale all?urbanistica Carlo Daldoss per presentare alla popolazione le nuove agevolazioni provinciali in tema di casa. Il programma prevede per la giornata di oggi, 26 marzo 2018 ad ore 20.30, l?incontro a Transacqua (Via Risorgimento, 5), presso Sala riunioni Cassa Rurale Dolomiti di Fassa-Primiero e Belluno. Mercoledì e giovedì, l?assessore Daldoss sarà invece in val di Sole: ad Ossana (mercoledì 28 marzo, ore 20.30) presso la Sala Arancione del Municipio di via Venezia, 1; e a Male (giovedì 29 marzo, ore 20.30) presso la Sala della comunità di Valle, via IV Novembre, 4. Tre sono le tipologie di intervento sostenute dalla Provincia: l?anticipo delle detrazioni fiscali, l?acquisto della prima casa e le misure per la riqualificazione delle facciate degli edifici dei centri storici. La domanda per le nuove agevolazioni va presentata dal 2 maggio.
     
  • 08/03/2018
    Il Parco dello Stelvio è sempre più parte integrante del Trentino
    Visite guidate, il nuovo Piano parco, le collaborazioni con la Sat e le guide alpine, attività economiche, monitoraggio della fauna e gestione del territorio e didattica: sono queste le principali attività svolte nel corso del 2017 dal Parco nazionale dello Stelvio nel settore trentino che dimostrano la buona salute dell?area protetta, fondamentale per l?equilibrio alpino. I dati sono stati presentati stamani nel corso della conferenza stampa che si è tenuta presso la Comunità della Val di Sole a Malè e a cui hanno preso parte Lorenzo Cicolini, sindaco di Rabbi e il presidente del Comitato provinciale di indirizzo e coordinamento, e Claudio Ferrari, direttore del Parco nazionale dello Stelvio Trentino e dirigente del Servizio sviluppo sostenibile e aree della Provincia autonoma di Trento. L?incontro è servito anche a fare il bilancio di due anni di attività di gestione trentina: ?Il Parco naturale dello Stelvio - ha sottolineato il sindaco Cicolini - è sempre più parte integrante del tessuto locale e fonte di nuove opportunità per lo sviluppo del territorio. Si tratta di un risultato importante perché conferma uno degli obiettivi strategici alla base della decisione di delegare a Bolzano, Trento e Lombardia la gestione delle rispettive aree dell?area protetta?.
     
  • 07/03/2018
    Parco Stelvio, il bilancio di due anni di gestione trentina
    Il 1 marzo 2016 iniziò la gestione "trentina" della porzione di Parco nazionale dello Stelvio che insiste sul territorio della nostra provincia. A due anni di distanza i responsabili del parco presenteranno il bilancio delle attività e le nuove sfide che attendono la più grande area protetta delle Alpi. L'appuntamento è per domani, 8 marzo 2018, alle ore 11.30, presso la sede della Comunità della Val di Sole, in via IV novembre 4 a Malè.
     
  • 03/03/2018
    La tutela e la crescita delle minoranze è una priorità dell?Europa di domani
    La tutela delle minoranze linguistiche passa, anche in Europa, attraverso una solida architettura normativa ma anche attraverso occasioni di sviluppo e di crescita, culturale ed economica, delle popolazioni. Un ruolo importante ce l?ha Internet, grande rete di conoscenza monopolizzata da poche, diffuse lingue ma straordinario strumento di promozione degli aspetti culturali locali. L?indicazione arriva dal seminario sulle ?minoranze linguistiche nell?Unione Europea? che oggi a Palù del Fersina ha proposto una riflessione sulle prospettive di adozione di una disciplina in tema di tutela e promozione delle minoranze linguistiche da parte dell?Unione Europea. Tra i temi trattati anche i nuovi strumenti di democrazia partecipativa quale l?iniziativa dei cittadini «Minority SafePack» promossa dal Fuen (Unione Federale Europea dei Gruppi Etnici). Ai lavori hanno preso parte, oltre al presidente della Provincia autonoma di Trento, anche Claudia Soria dell?Istituto di Linguistica Computazionale di Pisa e membro dell?European Language Equality Network (Elen); il rappresentante del Fuen (Unione Federale Europea dei Gruppi Etnici), e Roberto Toniatti, docente dell?Università degli Studi di Trento.
     
  • 28/12/2017
    Dopo il Bilancio via agli investimenti
    Dopo il varo del Bilancio 2018, la Giunta dà il via libera a nuovi investimenti, per oltre 137 milioni di euro, in settori che spaziano dalla sanità all'innovazione, dalla formazione agli aiuti alle imprese, dalle opere pubbliche agli enti locali e al turismo. Sono investimenti strategici, in grado di generare un effetto moltiplicatore e di porre le basi per la crescita del Trentino nel corso del 2018, conformemente alle linee di sviluppo indicate nei documenti di programmazione provinciale. Reti telematiche, viabilità, opere igienico-sanitarie, marketing territoriale, imprese orientate all'innovazione: queste alcune delle voci su cui si è concentrata l'attenzione della Giunta guidata dal governatore Ugo Rossi, nell'ultima seduta del 2017. Nella tabella che alleghiamo, le cifre e la descrizione sintetica di ciascun provvedimento.
     
  • 28/12/2017
    Fondo strategico territoriale, approvato l?accordo di programma tra Provincia e Comunità della Paganella
    Una rete ciclo-pedonale, viabilità alternativa per la pedonalizzazione del centro abitato, opere di recupero e valorizzazione di luoghi in ottica ambientale e di turismo sostenibile: sono alcuni degli ambiti di intervento compresi nell?accordo di programma tra Provincia autonoma di Trento, Comunità della Paganella e Comuni di Andalo, Cavedago, Fai della Paganella, Molveno e Spormaggiore che la Giunta provinciale ha approvato, su proposta dell?assessore agli enti locali Carlo Daldoss.
     
  • 14/12/2017
    Finanziata l?attività 2018 delle Comunità e del Territorio Val d?Adige
    Le Comunità e il Territorio Val d?Adige, anche per il 2018, possono contare sulle risorse per lo svolgimento dell?attività istituzionale, in particolare per le spese di funzionamento, per l?esercizio delle attività socio-assistenziali di competenza locale e per quelle che riguardano il diritto allo studio. Con un provvedimento proposto dall?assessore agli enti locali Carlo Daldoss, la Giunta provinciale ha infatti concesso il finanziamento, a titolo di anticipo, nella misura del 50% di quanto assegnato nel 2017. Complessivamente la somma di cui è stata disposta l?assegnazione supera i 61.368.000 euro. ?In questo modo ? spiega l?assessore Daldoss ? diamo continuità all?importante azione amministrativa svolta da questi enti sul territorio, che si realizza attraverso servizi di notevole rilievo per i nostri concittadini, con particolare riguardo alle attività socio assistenziali, le più rilevanti anche in termini di volume di risorse assegnate?.
     
  • 01/12/2017
    Fondo strategico territoriale, approvato l?accordo di programma per la Val di Fassa
    Un altro processo partecipativo si traduce in interventi concreti per lo sviluppo dei territori. Su proposta dell'assessore agli enti locali Carlo Daldoss, la Giunta provinciale ha infatti approvato l?accordo di programma per la Val di Fassa, relativo al Fondo strategico territoriale. L'accordo, che sarà firmato prossimamente, prevede investimenti per 3.859.000 euro, di cui 507.000 euro di fondi dei comuni. "Il territorio - sottolinea l'assessore Daldoss - ha scelto di assecondare la sua vocazione, che lo caratterizza come uno dei più attrattivi per i turisti, tanto in estate che in inverno, e, grazie alla Dolomiti, uno dei più riconosciuti internazionalmente. Gli investimenti che i diversi portatori di interesse hanno individuato come prioritari sono quindi volti alla valorizzazione del patrimonio naturale e infrastrutturale".
     
  • 01/12/2017
    Le nuove sfide del Progetto "Amministrazione di sostegno in Trentino"
    Sono state più di 200 i partecipanti al primo convegno provinciale ?Amministrazione di sostegno - Responsabilità Risorsa Rete?, tenutosi oggi a Trento allo Studentato Nest. ?Il tema dell?amministratore di sostegno - ha sottolineato il presidente dell?Associazione Comitato per l?amministratore di sostegno Massimo Zanoni - è interessante e impegnativo anche perché il progetto in Trentino, da un punto di vista normativo, è trasversale e quindi ha una connotazione giuridica, sanitaria e sociale. Ad oggi sono circa 3.000 in provincia le nomine degli amministratori di sostegno operanti per lo più nell?ambito dell?anzianità fragile, ma anche della disabilità e del disagio psichico.? Organizzato dalla Provincia autonoma di Trento, l?Associazione Comitato per l?Amministratore di Sostegno in Trentino e la Fondazione Demarchi, all'evento hanno aderito gli enti appartenenti al Tavolo interistituzionale per la promozione dell?Amministratore di Sostegno, ed è stato realizzato con il supporto della Fondazione Cattolica Assicurazioni e ha ottenuto il Patrocinio dell?Azienda provinciale per i Servizi sanitari.
     
  • 27/11/2017
    Il vicepresidente Olivi:? Costruire una rete dell?inclusione sociale?
    Con il 1° gennaio 2018 diventa pienamente operativo l'Assegno Unico Provinciale, con l?obiettivo di rendere più universale, inclusivo ed equo il sistema del welfare trentino. Secondo le stime la misura interesserà circa 40.000 nuclei familiari e circa 180.000 persone fisiche. Per illustrare i contenuti di questa novità il vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi è stato oggi a Borgo Valsugana, ad un incontro pubblico presso la Comunità della Valsugana e Tesino. ? Si tratta ? ha sottolineato Olivi - di un unico strumento in cui convergono tutti quelli che in questi anni l?Autonomia ha saputo mettere in campo per rispondere alle diverse domande di sostegno. Stiamo andando sul territorio a presentarlo perché assieme dobbiamo costruire una vera e propria rete per l?inclusione sociale. Contrasto alla povertà, sostegno alla famiglia con particolare attenzione ai figli, disabilità sono gli ambiti principali di intervento dell'assegno unico?.
     
  • 16/11/2017
    Fondo strategico territoriale, approvato l?accordo di programma per la Comunità Alta Valsugana e Bersntol
    Con un provvedimento proposto dall?assessore agli enti locali Carlo Daldoss, la Giunta provinciale ha approvato l?accordo di programma per la Comunità Alta Valsugana e Bersntol relativo agli interventi finanziati dal fondo strategico territoriale. Il documento prevede in totale finanziamenti per circa 4.895.000 euro che serviranno per vari interventi sul territorio, scelti come particolarmente importanti per lo sviluppo locale, attraverso un percorso partecipativo seguito dall?Autorità per la partecipazione locale, istituita dalla Giunta provinciale nel 2016.
     
  • 15/11/2017
    Comunità Alta Valsugana e Bernstol: un cammino che continua
    Circa 54.000 abitanti, distribuiti su 15 comuni; un bilancio appena approvato, che spazia dall'edilizia pubblica alle politiche del lavoro; una missione ben definita, che potremmo sintetizzare con l'espressione "fare comunità", comprendendo con ciò anche la gestione del Fondo strategico territoriale, la partecipazione al progetti Leader, ed ancora il Tavolo territoriale e il Distretto famiglia, i Piani giovani, il Progetto spiagge sicure: parliamo della Comunità di valle Alta Valsugana e Bernstol, che ieri ha incontrato il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi e l'assessore alla coesione territoriale e urbanistica Carlo Daldoss, che hanno così accolto l'invito loro rivolto . "La Provincia - hanno sottolineato entrambi - vuole continuare a scommettere sul protagonismo delle Comunità e dei territori. Ciò si riflette in alcune scelte specifiche previste dalla nuova Finanziaria, che indica fra l'altro un percorso condiviso, con almeno due tappe nel corso dell'anno, per valutare l?utilizzo delle risorse residue. Nel 2018 diciamo addio al Patto di stabilita, come sancito dalla Corte costituzionale: nei primi 3 mesi dell'anno potremo effettuare pagamenti per il doppio degli importi liquidati nello stesso periodo del 2017. Sul territorio e sul sistema delle imprese arriverà dunque nuova 'benzina' per alimentare il motore della la ripresa. Ci saranno delle aperture anche sul versante delle assunzioni nel settore pubblico, nella convinzione che una crescita moderata della spesa corrente non sia di per sé nociva se comporta una crescita dei servizi e della qualità. L'importante è continuare a lavorare assieme".
     
  • 11/11/2017
    Fondo strategico, approvato l'accordo con la Valle di Cembra
    Ammontano ad oltre 2,6 milioni di euro le risorse assegnate dal Fondo strategico territoriale alla Comunità della Valle di Cembra ed ai Comuni della valle (Albiano, Altavalle, Cembra, Giovo, Lona Lases, Segonzano, Sover) per realizzare sul territorio una serie di opere ed interventi. Stamane, con l'approvazione da parte della Giunta provinciale, del relativo Accordo di programma, il via libera.
     
  • 10/11/2017
    Comuni protagonisti: firmato il Protocollo d'intesa sulla Finanza locale per il 2018
    Siglato questa mattina il Protocollo d'intesa fra Provincia e Consiglio delle Autonomie in materia di Finanza locale per l'anno 2018. Approvato mercoledì con voto unanime del Consiglio, il documento, conformemente all'orientamento più generale della manovra di Bilancio messa a punto dalla Giunta, apre la strada a nuovi investimenti degli enti locali, per complessivi 50 milioni, e a interventi per la manutenzione del patrimonio, per altri 40 milioni. "Il clima di fiducia che si sta finalmente respirando dopo gli anni della crisi - sottolinea il presidente Rossi, che ha firmato il Protocollo assieme all'assessore agli enti locali Carlo Daldoss e al presidente del Consorzio dei Comuni Paride Gianmoena - ci consentono di consolidare i risultati raggiunti in questa legislatura e anche di operare qualche apertura, ad esempio sul fronte del personale. Per i comuni vale quanto sosteniamo da tempo per il sistema economico nel suo complesso: le risorse umane sono un fattore di sviluppo importante. Nel caso degli enti pubblici, si traducono in più servizi ai cittadini, o in servizi erogati più velocemente. Con benefici che ricadono su tutto il sistema". "Nel 21018 - conferma Daldoss - verranno allentate le maglie del turn over e si potrà procedere a delle stabilizzazioni. Ciò fra l'altro si tradurrà nell'ingresso di giovani nelle fila della pubblica amministrazione, anche nei comuni. Prevediamo un centinaio di nuove assunzioni, di cui circa il 50% riservate a persone al di sotto dei 32 anni, che andranno adeguatamente formate".
     
  • 27/10/2017
    Passo Rolle e sicurezza viabilistica, se ne è parlato a Primiero San Martino di Castrozza
    La sicurezza dal rischio valanghivo della strada di Passo Rolle è stato il tema affrontato in un incontro pubblico presso l?Auditorium intercomunale di Fiera di Primiero di fronte ad un pubblico numeroso che ha animato un vivace dibattito. L'assessore alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi, accompagnato dai tecnici degli uffici provinciali coinvolti, ha presentato la soluzione progettuale che ha vinto il confronto attivato a seguito del protocollo d'intesa firmato con la comunità locale nel 2015. ?Non vogliamo imporre nulla - ha detto l'assessore - solo consegnare un?ipotesi che secondo noi è la migliore?.
     
  • 22/10/2017
    Rossi alla Festa del Volontariato Solandro: "Grazie a ogni singolo cittadino che si impegna"
    "La forza dell'Autonomia trentina si basa sul volontariato e il fatto che il Trentino sia in cima alle classifiche per adesione delle persone alle associazioni significa che ancora l'Autonomia è fondata su un popolo che sa praticare certi valori" ha dichiarato Ugo Rossi questa mattina alla prima grande Festa del Volontariato Solandro, che si è tenuta a Mezzana. Un successo di partecipazione e di condivisione, che in due giorni ha visto la presenza di oltre 250 associazioni, alcune con i loro stand allestiti all?interno della caserma dei Vigili del Fuoco, a rappresentare le molteplici attività in cui è impegnato un numero impressionante di cittadini che credono fermamente nel valore dello spendersi gratuitamente per gli altri. A portare il loro saluto, nel contesto di quella che possiamo definire un?autentica festa popolare allietata anche da musiche e balli folkloristici, oltre al governatore del Trentino Ugo Rossi, l?assessore alla coesione territoriale Carlo Daldoss, il presidente della Comunità della Valle di Sole Guido Redolfi e il sindaco di Mezzana Giacomo Redolfi. ?Il bello del fare il presidente della Provincia? ha detto Ugo Rossi ?è sapere che, come cittadino e come istituzione, posso contare su tantissime persone che si accorgono che qualcuno ha bisogno e si mettono in moto per rispondere a questo bisogno. Un enorme grazie a ciascuno dei volontari che si impegnano in ogni ambito della vita?.
     
  • 20/10/2017
    Fondo strategico, approvato l?accordo per il Primiero
    Quasi due milioni e trecentomila euro è la cifra assegnata dal Fondo strategico territoriale, e prevista nell?accordo di programma per il Primiero che la Giunta provinciale ha approvato su proposta dell?assessore agli enti locali Carlo Daldoss. Le risorse serviranno per realizzare gli interventi sul territorio individuati a seguito del percorso partecipativo che ha avuto inizio nell?ottobre dello scorso anno ed ha visto il coinvolgimento della comunità locale, per concludersi nel mese di giugno.
     
  • 05/10/2017
    Fondo strategico territoriale, approvato l'accordo per la Comunità Valsugana e Tesino
    Collegamenti e potenziamento della ciclabile della Valsugana nonché valorizzazione della montagna a fini turistici sono le aree di intervento in cui sono divisi i circa venti progetti puntuali che sono stati inseriti nell'accordo di programma per la Comunità Valsugana e Tesino, che è stato approvato dalla Giunta provinciale, su proposta dell'assessore agli enti locali Carlo Daldoss. Per realizzare le opere l'impegno finanziario è di oltre 3.400.000 euro da parte della Provincia e oltre un milione di euro da parte dei comuni. L'accordo, che sarà firmato a breve, impegna i comuni della zona oltre che la Provincia e la Comunità. "Un ulteriore bell'esempio - ha commentato l'assessore Daldoss - di scelte che partono dal territorio per diventare progetti realizzabili in tempi certi e contenuti. Abbiamo scelto di investire nella capacità delle comunità di scegliere per il proprio futuro. Possiamo dire che è stata una scommessa vinta".
     
  • 22/09/2017
    Approvato dalla Giunta lo stop alle nuove superfici di vendita sopra i 10.000 mq
    Piena condivisione da parte dei principali attori del territorio provinciale in merito allo stop all'insediamento di nuovi centri commerciali di grandi dimensioni in Trentino, in particolare di grandi piattaforme monofunzionali con superficie superiore ai 10.000 mq., già deliberato dalla Giunta in via preliminare lo scorso maggio. Al termine del confronto, dunque, la Provincia ha dato oggi il suo definitivo via libera al provvedimento proposto dal vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi. "Raccogliamo con grande soddisfazione il sostegno espresso dalle categorie interessate - sottolinea Olivi - che suggella una riforma, prima in Italia, che si propone di rinnovare il metodo di programmazione degli insediamenti commerciali sul territorio, all'insegna della qualità e alla valorizzazione delle nostre vocazioni di area alpina. A 50 anni dall'approvazione del primo Pup, e anche questa mi pare una coincidenza significativa, il Trentino si conferma un labotarorio di buone prassi. Questa decisione sottrae le dinamiche commerciali alle pressioni meramente immobiliari, permette una più razionale distribuzione delle superfici sul territorio e favorisce in prospettiva un consistente risparmio di suolo. Tre risultati importanti, che confermano anche la nostra attenzione ai centri storici, sorta di 'centri commerciali naturali', e alla rete dei piccoli e medi negozi che popolano le aree più periferiche. Il Trentino, insomma, respinge l'omologazione tout court ai grandi formati, salvaguardando e promuovendo un sistema commerciale integrato, diffuso in maniera capillare sul territorio, attento alla qualità". Sul testo approvato dalla Giunta il 5 maggio scorso si sono espressi: Comuni di Trento e Rovereto, Comunità della Vallagarina e Rotaliana Konigsberg, Confcommercio, Federdistribuzione, Uil del Trentino, Cgil del Trentino, Associazione artigiani e piccole imprese della Provincia di Trento, Confesercenti del Trentino, Confindustria Trento, Cooperazione Trentina e Consiglio delle Autonomie Locali. Solo Federdistribuzione ha presentato alcune osservazioni critiche in merito alla proposta provinciale.
     
  • 20/09/2017
    Funivie Folgarida Marilleva: il progetto di rilancio
    Come annunciato all'indomani della vittoria della "cordata trentina" aggiudicataria della gara riguardante le funivie di Folgarida Marilleva, i diversi attori territoriali hanno oggi definito assieme alla Provincia la loro partecipazione all'operazione, che ha come oggetto uno dei poli di attrazione turistica invernale più importanti del Trentino, con 150 chilometri di piste nelle due valli interessati, val Rendena e valle di Sole. I dettagli sono stati illustrati questo pomeriggio agli organi di informazione dal presidente della Provincia autonoma Ugo Rossi. Il progetto prevede l'acquisto del pacchetto azionario delle società funiviare Valli Spa e e Funivie Folgarida Marilleva spa, derivante dal fallimento di Aeroterminal, per complessivi 30.800.000 euro. Verrà poi sviluppato il progetto di riqualificazione e rilancio del demanio sciistico con la prospettiva di arrivare, entro il 2021, alla costituzione di una società unica derivante dalla fusione di Funivie Madonna di Campiglio e le Società funiviarie della Val di Sole. Il nuovo soggetto unico consentirà di governare in maniera efficace e razionale le scelte di sistema riguardanti l'intero comprensorio, comprendente i demani di Campiglio, Folgarida Marilleva e Pinzolo, facendo tesoro della già consolidata collaborazione esistente sul versante commerciale.
     
  • 19/09/2017
    'Filò Acceleratore relazionale', dedicato ad amministratori e promotori del territorio
    Si svolgerà dal 22 al 24 settembre al Centro Giovani di Andalo il progetto 'Filò Acceleratore relazionale' promosso da Provincia autonoma con l'obiettivo di favorire e stimolare buone relazioni fra gli attori di un territorio e che ha come parole chiave ''comunità' e 'sistema'. Sostenuto dalla Comunità di Valle della Paganella si svolge nel contesto del sistema n. 9 delle Dolomiti UNESCO, il Brenta, ed è coerente con i contenuti della Strategia complessiva di gestione del bene Naturale Dolomiti che fa capo alla Fondazione omonima. Rappresentanti di enti, associazioni, ApT, operatori economici, Parchi, cittadini, tutti possono iscriversi: 30 euro è il costo d'iscrizione.
     
  • 15/09/2017
    Fondo strategico territoriale: via libera ai progetti della Valle dei Laghi
    Con una delibera, approvata stamane e che porta la firma dell'assessore alla coesione territoriale Carlo Daldoss, la Giunta provinciale ha approvato lo schema di Accodo di programma per la realizzazione dei progetti di sviluppo locale sul Fondo strategico territoriale relativo al territorio della Comunità della Valle dei Laghi. L'accordo, che sarà sottoscritto da Provincia, Comunità e Comuni di Cavedine, Madruzzo e Vallelaghi, prevede una serie di opere pubbliche per un costo complessivo stimato di circa 2.171.000 Euro. Obiettivo dichiarato della Comunità e dei Comuni della valle dei Laghi è sostenere lo sviluppo del territorio nella direzione del turismo sostenibile e family friendly.
     
  • 08/09/2017
    Fondo strategico territoriale: via libera ai progetti della Val d'Adige
    Con una delibera, approvata stamane e che porta la firma dell'assessore alla coesione territoriale Carlo Daldoss, la Giunta provinciale ha approvato lo schema di Accodo di programma per la realizzazione dei progetti di sviluppo locale sul Fondo strategico territoriale relativo al territorio della Val d'Adige. L'accordo, che sarà sottoscritto dalla Provincia, dai Comuni di Trento, Aldeno, Garniga Terme e Cimone e da Itea Spa, prevede una serie di opere pubbliche per un costo complessivo stimato di 11.100.000 Euro. "Si tratta di opere ritenute prioritarie per lo sviluppo delle politiche comunali - spiega l'assessore Daldoss - che riguardano il soddisfacimento dei bisogni abitativi dei cittadini, la promozione della cultura, della creatività e dei servizi ad essa connessi, lo sviluppo delle infrastrutture in funzione del miglioramento della qualità di vita sul territorio anche in termini di sostenibilità ambientale e che risultano coerenti con i criteri previsti dalla disciplina attuativa del Fondo strategico".
     
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy